Il cibo per gatti sterilizzati deve essere ben controllato e dosato. Sapete perché? Ecco qualche nozione fondamentale per curare l'alimentazione del vostro gatto dopo l'intervento

I gatti sterilizzati sono sempre di più nelle case degli italiani. Si ricorre a questo invervento chirurgico per non incorrere in gravidanze indesiderate, ma anche per evitare molti problemi di salute, come le malattie sessualmente trasmissibili, o scongiurare incidenti derivanti dai vagabondaggi notturni nei periodi di calore.

La sterilizzazione porta alla rimozione degli organi riproduttivi sia nel maschio che nella femmina. Questo determina numerosi cambiamenti nell'atteggiamento e nello stile di vita del gatto che, per il nuovo assetto ormonale, non ha più istinti sessuali.

L'alimentazione è uno degli elementi da mutare per permettere al gatto di affrontare nel modo migliore il nuovo ritmo esistenziale.

Attenzione alle calorie nel cibo per gatti sterilizzati

L'intervento della sterilizzazione purtroppo ha come primo effetto una diminuzione dell'attività giornaliera del gatto. Esso infatti non ha più istinti sessuali e riduce notevolmente le scorribande giornaliere dedicandosi di più al divano.

Il gatto ha quindi un minor dispendio energetico, mentre aumenta notevolmente l'appetito. Il controllo stretto della quantità di cibo e delle calorie assunte sarà necessario. 

Diminuire drasticamente i grassi

Mentre nel cibo per gatti sterilizzati non dovranno mai mancare le proteine, l'attenzione maggiore dovrà essere indirizzata verso l'assunzione dei grassi.

Fate attenzione al dosaggio sia degli alimenti secchi che umidi e controllate che l'alimento light dia il giusto apporto di proteine: il gatto è un carnivoro e una diminuzione di proteine, più che al dimagrimento, porterà solo ad una diminuzione di muscolatura.

I cibi per gatti sterilizzati sono ricchi di fibre

Ciò che non manca nei cibi per gatti sterilizzati sono invece le fibre.

Il motivo è semplice: le fibre aumentano il senso di sazietà e diluiscono anche l'apporto calorico dell'alimento. Per cercare di far diminuire la voracità del gatto sterilizzato è bene quindi aumentare le fibre che permetterà una quantità maggiore di mangime anche se con un apporto di energia minore.

Stimolare l'attività fisica del gatto sterilizzato

Lo abbiamo detto: i gatti sterilizzati tendono ad impigrirsi. Bisogna quindi evitare che i mici trascorrano troppo tempo sul divano proporrendo attività fisiche magari mascherate da giochi.

Potreste anche proporgli il cibo attraverso una sorta di caccia al tesoro: in questo modo il vostro gatto sterilizzato non assumerà passivamente il cibo, ma sarà costretto alla ricerca.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui (informativa estesa) cookie Policy.

Chiudi avviso