Australian Kelpie

L'Australian Kelpie è una razza canina categorizzata tra i "cani da pastore" che ha origine dall'accoppiamento dei Collie, portati in australia dai coloni, con i Dingo. Forti e molto attivi sono definiti i cani da lavoro per eccellenza.

Si tratta di cani gentili, ma che hanno bisogno di molto esercizio e dedizione, e, sebbene non siano raccomandati come primi animali, sono leali e intelligenti.

Cinque cose da saspere sull'Australian Kelpie

Berger de Picardie

Il Berger de Picardie, anche conosciuto in Italia come Berger di Piccardia, è un cane pastore di origine francese molto utilizzato nel corso dell'ottocento nella conduzione delle greggi.

Purtroppo durante la Seconda Guerra Mondiale venne impiegato per scopi bellici e questo ne causò la quasi totale scomparsa della razza.

Fortunatamente, dopo il conflitto mondiale, dai pochi esemplari rimasti di Berger de Picardie si riuscì a rinfoltire la razza che venne poi riconosciuta anche dalla FCI.

Groenendael

Il Groenendael è meglio conosciuto come cane da pastore belga, in realtà è il più popolare tra i cani da pastore appartenenti a questa tipologia canina.

Il progenitore di questa razza era un cane selezionato dall'allevamento di Nicolas Rose che lo selezionò da una cucciolata rendendolo lo stallone che avrebbe dato vita alla nuova stirpe dei Groenendael.

Caratteristiche fisiche del Groenendael

Il Groenendael può essere unicamente di colore nero. Il pelo è corto su zampe e testa, lungo e liscio sul resto del corpo. Le orecchie sono triangolari, dritte e di attaccatura alta.

La coda è di media lunghezza e coperta da un pelo folto.

Il peso di questo cane può andare dai 20 ai 28 kg.

Carattere del Groenendael

Quella del Groenendael è una razza di cane che molti definiscono intellettuale: sicuramente risponde bene sia a compiti mentali che fisici. 

Come il Tervueren e gli altri pastori belgi, è piuttosto ansioso e abbastanza impulsivo. Il fatto che sia impulsivo porta a non vederlo adatto a famiglie con bambini  non abituati ai cani, come anche non risulta particolarmente adatto a proprietari di cani inesperti.

Groenendael è un cane attento e presente e ha una forte personalità, nonostante non sia una delle razze canine più dominanti.

I cani da pastore belga sono piuttosto riservati con gli estranei, ma più affidabili per il proprietario. Richiede un leader forte per diventare un buon cane da lavoro.

Le cure per un Groenendael

Durante il periodo di crescita il Groenendael non richiede cure particolari. Unica attenzione deve essere posta all'alimentazione che deve essere il più possibile bilanciata.

Ci si deve preoccupare di farlo muovere molto. La passeggiata al parco giornaliera deve essere lunga e ci si deve assicurare corra parecchio.

Il pelo deve essere spazzolato almeno una volta a settimana, con una maggiore frequenza durante il periodo estivo.

 

Australian Shepherd

L'Australian Shepherd è un cane decisamente particolare che ha conosciuto un riconoscimento piuttosto tardivo.

Nonostante il nome gli Australian Shepherds videro la loro origine negli Usa da un misto di razze tra le quali il pstor Vasco e lo Smithfield (a sua volta nato da un miscuglio di razze creato dai pastori australiani). Insomma un incrocio indefinito di razze cercò di plasmare un cane che potesse resistere alle temperature particolari degli Stati Uniti di quel tempo e anche al lavoro di pastore.

Gli Australian Shepherds divennero popolari animali domestici solo dopo essere stati presentati come star dei rodei degli anni '50 e più tardi in vari film Disney.

Border collie

Iperattivo, instancabile, intelligente: il Border Collie è un cane decisamente particolare non adatto a tutti, ma sicuramente fedele e affettuoso.

Border Collie: nasce come cane da lavoro

Ancor prima di essere riconosciuta come razza (cosa avvenuta solo nel 1976 quando venne incluso nel gruppo cani da pastore), quella del Border Collie è una tipologia di cane dedita al lavoro e originaria dei territori di confine tra Scozia e Galles.

Questo suo originario carattere di cane lavoratore è riconoscibile ancora oggi nella sua instancabilità e voglia di attività. Il mancato costante impegno può essere per il Border Collie un vero problema che può scatenare crisi di frustrazione.

Border Collie: non un cane per tutti

Questa necessità di costante impegno lo rende molto particolare. Un padrone sedentario può essere un problema, come anche un padrone non abituato a gestire cani.

Quello di cui ha bisogno è invece qualcuno che ne sappia qualcosa di addestramento e che abbia molto tempo e pazienza di metterlo all'opera costantemente lungo la giornata per evitare che la frustrazione si scateni anche in voglia di mordere. Insomma non è un cane a cui piaccia essere messo in secondo piano.

Proprio per questo il Border Collie non viene considerato un cane adatto a famiglie con bambini piccoli. Il suo istinto da cane da pastore potrebbe infatti non essere l'ideale.

Anche la vita di città in appartamenti con poco spazio può essere un problema per il Border Collie e questo può scatenare una certa irrequietezza.

Caratteristiche principali del Border Collie

Per riassumere quindi si può definire un Border Collie un cane estremamente attivo e instancabile. Ha bisogno di socializzare e intrattenere relazioni, e contemporaneamente sa essere molto affettuoso e reattivo.

Grazie alla sua grande intelligenza e addestrabilità può continuare ad essere un ottimo cane da pastore, ma si adatta benissimo anche a ambienti da competizione rispondendo bene anche a giochi di agility e flyball.

Da studi recenti sembra che il suo cervello abbia lo stesso sviluppo di quello di un bambino di 2 anni e che possa riuscire ad imparare fino a 1000 parole in un periodo pari a tre anni.

Le sue caratteristiche lo rendono anche un utile cane antidroga e da soccorso.