Andare con il cane al ristorante è per molti una deliziosa abitudine da seguire per condividere anche con il quattro zampe di casa momenti di convivialità familiare. In più farlo uscire e farlo stare in mezzo a persone diverse è un esercizio importante da fare frequentemente per abituare il cane a gestirsi tra la gente.

I problemi fondamentali possono riguardare sia l'ambiente con gli altri commensali che il cane stesso. Da un lato gli altri ospiti del locale che potrebbero non apprezzare la presenza di un cane al ristorante ed essere infastiditi da ogni minimo movimento, dall'altro il cane potrebbe soffrire la limitazione di spazi e la posizione statica.

Soprattutto i padroni di cani di taglia grande spesso preferiscono lasciare Fido a casa piuttosto di affrontare una serata in continua ansia. Eppure se i gestori fossero più aperti, e i padroni più elastici nell'organizzazione anche queste serate potrebbero essere interessanti e allegre per tutti. Anche i più avversi ai cani, in fin dei conti, hanno ben poco da dire se il vostro cane al ristorante sta educatamente vicino a voi senza infilare il muso nei piatti o abbaiare di continuo.

Da padroni di cani si deve però imparare a rispettare la varietà di opinioni e pensare che non tutti hanno l'abitudine ad avere un cane vicino al tavolo. Di conseguenza è bene seguire alcune regole fondamentali.

Refole fondamentali per sopravvivere al ristorante con il cane

Partiamo dal punto di vista legale: dal 2013 non ci sono più divieti all'ospitare un cane al ristorante. I problemi di ordine sanitario sono quindi superati. Il gestore può però decidere se aprire o no le porte ai 4 zampe ed il proprietario deve garantire un cane al guinzaglio... e per legge con museruola (anche se salvo rari casi nessuno chiederà mai di tenere un cane con museruola solo perché al ristorante portatela sempre con voi).

Regola N°1: Rispetto

Un cane al ristorante potrà essere normale per voi, ma non per tutti. Per far stare bene tutti, anche il vostro cucciolo, chiedete sempre un tavolo laterale in modo che il cane non sia limitato ad ogni angolo e possa godere di maggiore movimento senza disturbare nessuno.

Fate in modo che il cane al ristorante sia tra le sedie o magari accucciato sotto il tavolo... tutto dipende naturalmente dalle dimensioni del cane... comunuque il  mio labrador di quasi 40 kg al ristorante si rannicchia sempre tra sedie e tavolo e alza la testa ogni tanto solo per qualche carezza... meno ingombrante di un barboncino probabilmente.

Regola N° 2: da bere prima di tutto

Appena arrivati fate bere il vostro cane in modo che stia tranquillo per il resto della cena. Mantenetegli comunque vicina la ciotola dell'acqua in modo che possa arrivarci se avesse ancora sete.

Regola N° 3: Evitate pasti di ore ed ore

Come i bambini si annoiano dopo un po' e hanno bisogno di sfogo costringendovi ad alzarvi dal tavolo, anche il cane al ristorante può soffrire per l'immobilità protratta per ore e ore. Se volete stare tranquilli tutta la serata a tavola meglio lasciarlo a casa. Questo non significa fare un pasto veloce per scappare poi a casa, ma non degustate la grappa finale per due ore prima di chiedere il conto.

Regola N°4: un po' di movimento

In caso però la cena o il pranzo si protraggano più a lungo del previsto, potrebbe essere necessario far fare al cane un po' di movimento. Lasciate tutti 10 minuti. fate muovere un po' il cucciolo e poi tornate al vostro posto.Tutti saranno più tranquilli e felici.