La tematica di oggi è senza dubio molto delicata e potrebbe sembrare superficiale dire che un cane è la via per avvicinare senza danni bambini e divorzio.

In realtà i pediatri affermano che bambini con un ambiente familiare tranquillo e stabile continueranno una vita e una crescita costante anche in presenza di un evento traumatico come quello di un divorzio dei genitori. Come può porsi la presenza di un cane all'interno di questa situazione?

Bambini e divorzio: il cane figura stabile

La prima nota positiva della presenza di un cane in famiglia in una situazione di divorzio è senza dubbio il fatto che, tra tanti stravolgimenti di rapporti, il cane rimane come figura familiare stabile e presente. 

Questo genera intorno al bambino un ambiente di amore e continuità che aiuta ad affrontare i mutamenti come qualcosa di meno traumatico.

Bambini e divorzio: affetto incondizionato

Gli animali domestici sono ormai considerati membri stabili della famiglia... e questo sia legalmente che psicologicamente.

Un cane da affetto incondizionato al suo padroncino e questo può essere un grande aiuto per il bambino. Il calore del cane e la possibilità di dare affetto ad un cucciolo è qualcosa che può aiutare a mantenere l'atmosfera di calore e amore casalingo. Questo non sostituirà di certo l'assenza di uno dei due genitori in casa, ma aiuterò ad affrontare in modo diverso il cambio di rapporto.

Insomma un cane aiuta ad evitare il conflitto bambini e divorzio in modo molto più naturale, fermo restando naturalmente un divorzio civile e senza guerre tra i due ormai ex coniugi.

In caso contrario anche il cane può ritrovarsi purtroppo in situazioni spiacevoli, come guerre d'affidamento e ripicche di ogni genere.