EhJanne01 sì, anche i nostri amici a quattro zampe possono soffrire di brutte allergie. C'è solo un particolare, neppure piccolo, tantissimi padroni di cani non lo sa per nulla.

È importante, invece, che i padroni sappiano riconoscere i segni più comuni (ed evidenti) di allergia negli animali. Quali? Quando si grattano più del solito, si leccano eccessivamente e magari sullo stesso punto, incominciano a perdere troppi peli e presentano infiammazione cutanea. Le allergie più comuni sono le dermatiti, spesso molto fastidiose per i nostri amici. Le difficoltà aumentano nel caso dei gatti, che manifestano di meno il senso di prurito.

La dermatite allergica da pulci è la causa più comune di prurito e grattamento nei cani. Quando la pulce morde l'animale inietta nella cute una piccola quantità di saliva. I cani, ma anche i gatti, possono sviluppare una reazione allergica ad una particolare proteina contenuta nella saliva, che provoca intenso prurito. Attenzione poi alle allergie alimentari. Nei cani la gran parte delle reazioni da ipersensibilità determinate dal cibo assunto, possono comportare brutte conseguenze, quali vomito e diarrea.

La prevenzione nel caso delle allergie? Esistono dei test sierologici di laboratorio che, per mezzo di un prelievo di sangue, ci permettono di sapere se l'animale è allergico a qualcosa, oppure no.

Per qualsiasi dubbio, richieste di chiarimento, è sempre utile, se non fondamentale, rivolgersi al veterinario.  


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui (informativa estesa) cookie Policy.

Chiudi avviso