Si avvicina il periodo delle vacanze e diventa frequente il "problema" del portare con sé il proprio animale domestico. In realtà  non si tratta di un vero problema ma solo di una abitudine a viaggiare insieme sia vostra che loro e, anche se sembrano meno portati dei cani anche i felini possono unirsi al viaggio quindi è bene sapere come trasportare i gatti in auto.

Il gatto è un animale particolarmente territoriale e spesso le sue scorribande e lo spirito d'avventura, si limitano alla casa, al giardino o ai dintorni del palazzo dove vive. Questo non significa che non possiate portarlo con voi, ma semplicemente che dovrete rispettare alcune regole.

4 regole su come trasportare i gatti in auto 

Regola numero 1: abituare il gatto

non potete pretendere che un gatto vissuto per anni in un appartamento accetti di buon grado uscire, salire in auto e farsi chiudere in gabbia. Cosa inaccettabile per il gatto soprattutto se l'auto è stata usata solo per raggiungere il veterinario.

Se lo spostamento in auto è automaticamente associato ad una esperienza negativa non si può pretendere che il gatto salga in macchina tranquillo.

La cosa fondamentale da fare è invece abituare il gatto a piccoli spostamenti fin da piccolo. Portatelo con voi per qualche giro di commissioni, anche il giro del quartiere servirà a rendergli familiare l'ambiente.

Regola numero 2: abituare il gatto al trasportino.

Il trasportino è pur sempre una gabbia quindi se tra le regole sul come portare i gatti in auto non  poteva mancare una parte dedicata a questo strumento spesso difficile da accettare.

E' buona cosa posizionare il trasportino in casa vicino alla cuccia del gatto, magari anche con coperte morbide e giocattoli. In questo modo il gatto percepira la gabbia come un luogo familiare dove stare sicuro e, al momento della partenza non scapperà a destra e a sinistra per evitarlo.

Non sorvolate la questione solo perché il vostro gatto vi sembra isterico, non potete lasciarlo libero in macchina, il codice della strada lo vieta ed è particolarmente pericoloso.

Regola numero 3: Evitare di far mangiare il gatto prima di viaggiare.

Il gatto è un animale facilmente soggetto a problemi di vomito.

La situazione di stress e l'ambiente ristretto potrebbero aumentare le possibilità di rigetto.Meglio quindi affrontare il problema evitando il cibo prima della partenza.

Logicamente, in caso di viaggio piuttosto lungo, il gatto avrà bisogno di cibo. In questo caso riducete la dose ad un paio di bocconi dati in sosta lungo il tragitto , ma non dimenticate mai di farlo bere.

Regola numero 4: soste in viaggio

Le soste in viaggio sono indispensabili per voi ed anche per il gatto.

Ricordate di farlo bere ad ogni stop e cambiate le lenzuola se il gatto ha fatto i suoi bisogni durante la tratta.

E' importante che ricordiate di non lasciare finestrini o sportelli aperti: il gatto per la paura potrebbe decidere di uscire e scappare.

Altro nodo al fazzoletto è poi quello di non lasciare il gatto solo, o almeno non farlo a lungo. Se vi allontanate dall'auto sarà bene lasciare il finestrino un po' aperto e non state via se non per pochi minuti.

 


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui (informativa estesa) cookie Policy.

Chiudi avviso