Tonkanesenkatze-natural-minkCosa dare al nostro felino di casa? Spesso non è così semplice, in particolare se si dovesse avere un gatto un po' coi gusti, diciamo, sofisticati. Può mangiare, però, della frutta e della verdura?

Il micio può mangiare (mai comunque generalizzare, perché ci sono quelli che detestano qualsiasi tipo di verdura!) carote, fagiolini, zucchine e piselli, che apportano i preziosi sali minerali e vitamine. Meglio invece lasciar stare cicorie, barbabietole, lattughe e spinaci, questo perché contengono acido ossalico che impedisce l'assorbimento del calcio, un minerale importante per la formazione delle ossa da parte dell'intestino e, inoltre, predispone l'animale alla formazione di calcoli di ossalato di calcio nelle vie urinarie.

Attenzione comunque alle verdure crude. Meglio bollite e la miscela con il riso di verdure, tuberi e legumi contribuisce a completare l'apporto di vitamine e sali minerali alla dieta del nostro amico. In commercio ci sono, del resto, numerosi prodotti che presentano un dosaggio bilanciato nel rapporto fra le proteine della carne, i carboidrati, le vitamine, le fibre dei cereali, ed i sali minerali della verdura.

Con la frutta invece la situazione si complica, perché pochi sono i gatti che la gradiscono. Alcuni, ad esempio, prediligono la frutta secca, specie l'uva passa; tuttavia meglio evitare a causa della presenza di troppi zuccheri.

Insomma, ci vuole la giusta cautela.

È preferibile chiedere comunque informazioni e suggerimenti al veterinario che, inoltre, dovrebbe ben conoscere il gatto ed eventuali patologie di cui avrebbe magari sofferto in passato.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui (informativa estesa) cookie Policy.

Chiudi avviso